Mensile dell'
Associazione
Bancaria
Italiana


anno 73
 

Special Issues » Special Issue n° 10/2014

Special Issue n° 10/2014

IL MERCATO IMMOBILIARE DOPO LA CRISI

Strategie, mutui residenziali e investitori istituzionali

Bancaria, in linea con la sua mission volta a favorire il dibattito tra l'accademia e gli operatori del settore bancario e finanziario su tematiche di particolare interesse e attualità, dedica una Special Issue all'importante tema del mercato immobiliare dopo la crisi, raccogliendo contributi di esperti del settore provenienti sia dalle Università che da centri di ricerca specializzati.

La crisi finanziaria si è originata dalla bolla speculativa del mercato immobiliare statunitense e ha progressivamente investito tutti i principali mercati finanziari mondiali. Il legame tra il mercato immobiliare e il sistema finanziario dipende dalle scelte dei risparmiatori di effettuare investimenti immobiliari diretti e indiretti, dalla rilevanza del patrimonio immobiliare detenuto dagli intermediari finanziari, dall'importanza delle garanzie immobiliari nel processo di concessione del credito, dall'elevato ammontare di credito concesso per investimento immobiliare e dagli effetti della variazione dei prezzi degli immobili sul patrimonio e sul reddito e conseguentemente sulla politica fiscale.

Gli effetti causati da questa crisi e i problemi che stanno affrontando gli Stati per uscirne hanno evidenziato l'esigenza di una più attenta gestione dei rischi collegati all'investimento immobiliare per evitare che si creino i presupposti per la manifestazione di una nuova crisi. Una maggiore conoscenza delle dinamiche del settore è un presupposto necessario per creare meccanismi di gestione adatti alle caratteristiche specifiche di questo mercato.

Gli articoli ospitati nella Special Issue di Bancaria analizzano e approfondiscono questi aspetti, concentrandosi, in particolare, sulla dinamica del mercato del credito immobiliare, sulla misurazione della performance dei fondi, sui vantaggi legati alla diversificazione internazionale dell'investimento immobiliare e sull'equilibrio economico-reddituale dei gestori di strumenti di investimento immobiliare indiretto.

Dei quattro articoli selezionati, i primi due sono stati sottoposti, come previsto dalla sezione Forum di Bancaria, a doppio referaggio anonimo e i referee selezionati sono stati selezionati dall'Editorial Board tra i migliori ricercatori sul tema dell'immobiliare in Italia.

Il contributo di Paola Zocchi, Università del Piemonte Orientale, si propone di analizzare le determinanti dell'andamento dei tassi dei mutui residenziali durante la crisi,  evidenziando il ruolo del costo della raccolta bancaria, della perdita attesa e inattesa sui mutui concessi e valutando l'effetto di tali variazioni sul margine da interessi delle banche italiane.

L'articolo di Gianluca Mattarocci, Università di Roma Tor Vergata, e Federico Moro, Moro & Partners, presenta un'analisi sui fondi immobiliari quotati durante il periodo della crisi misurando i potenziali vantaggi di una strategia costruita su indici di gestione attiva per l'identificazione delle migliori opportunità di investimento.

Maurizio Grilli e Simone Roberti di BNP Paribas Real Estate concentrano la loro attenzione sui benefici della diversificazione internazionale nel caso degli investimenti immobiliari e mettono in evidenza potenziali vantaggi derivanti dalla costruzione di un portafoglio ottimale che includa anche l'investimento internazionale.

Il lavoro di Claudio Giannotti, Università LUM Jean Monnet, e Gianluca Mattarocci, Università di Roma Tor Vergata, valuta gli equilibri economico-reddituali delle SGR immobiliari durante il periodo della crisi, evidenziando le forti differenze, in termini di dimensioni e caratteristiche,  tra gli operatori del settore.

A cura di Nicola Forti