Mensile dell'
Associazione
Bancaria
Italiana


anno 73
 

Gli articoli del Forum » Le determinanti bank-specific del deterioramento del credito: evidenze da un nuovo e più ampio indicatore di rischio

Le determinanti bank-specific del deterioramento del credito: evidenze da un nuovo e più ampio indicatore di rischio

di V. Chiorazzo, F. Masala, P. Morelli
Maggio 2014 - n. 5
Keywords: non-performing loans, bank-specific determinants, Italian banking system
Jel codes: G21, C22

Il lavoro contribuisce alla letteratura sulla rischiosità bancaria con un’analisi cross-section delle determinanti bank-specific del rischio che utilizza un nuovo indicatore di rischio di credito calcolato per un campione di 38 gruppi bancari italiani nel periodo 2006-2012, espresso come flusso del complesso dei nuovi crediti deteriorati (sull’ammontare di impieghi vivi) invece delle sole nuove sofferenze. I risultati delle stime confermano le principali conclusioni offerte dalla letteratura ed evidenziano, in particolare, che una più alta crescita del rischio di credito tende a verificarsi in banche meno efficienti e meno redditizie, con più alta incidenza del reddito da interessi e con più elevato capitale sul totale attivo. Le stime mostrano inoltre una relazione tra dimensione e rischio a forma di U rovesciata, a significare che l’effetto positivo della dimensione sulla dinamica del rischio inizia a manifestarsi solo dopo una certa soglia, e offrono evidenza del fatto che nella recente fase congiunturale la mobilità degli intermediari tra le diverse classi di rischio di credito è stata molto limitata e la persistenza particolarmente accentuata per la classe degli intermediari che partivano da livelli di rischio di credito più bassi. I test delle qualità dinamiche del nuovo indicatore proposto mostrano una sua maggiore sensitività al ciclo economico rispetto all’indicatore tradizionale; tale qualità lo rende utile in termini di prevenzione e controllo del rischio creditizio e ne suggerisce l’impiego nell’ambito della calibrazione dei modelli di rating interno e nelle politiche di provisioning

Acquista il fascicolo