Mensile dell'
Associazione
Bancaria
Italiana


anno 73
 

Archivio sommari » Bancaria - Settembre 2014 » La ri-cartolarizzazione per finanziare la ripresa

La ri-cartolarizzazione per finanziare la ripresa

di Giuseppe Zadra
Settembre 2014 - n. 9
Keywords: Cartolarizzazione, shadow banking, Cds, liquidità
Jel codes: G21, G28, G01

È diffusa convinzione che per favorire la ripresa sia necessario promuovere l’accesso diretto delle imprese, in particolare delle Pmi italiane ed europee, al mercato finanziario attraverso cartolarizzazioni e minibond. Varie iniziative in tal senso sono già state sperimentate: dalla Bce con le regole sulla cartolarizzazione dei crediti da prendere a garanzia dei suoi finanziamenti, dal governo italiano con i due interventi a favore dei minibond e della cartolarizzazione, dalla Bei, ecc.Tali iniziative tuttavia faticano a decollare, in particolare perché si tratta di strumenti strutturalmente illiquidi. A tal fine viene delineata una proposta di soluzione che consiste nello sviluppare un mercato secondario sufficientemente liquido ricorrendo alla ri-cartolarizzazione, unica tecnica che rende possibile arrivare a emissioni di grandi dimensioni. Per far ciò è necessario un intervento normativo a livello europeo che rimuova gli ostacoli esistenti.

Acquista il fascicolo