Mensile dell'
Associazione
Bancaria
Italiana


anno 73
 

Archivio sommari » Bancaria - Settembre 2019 » L’eccesso di rigore con i vinti dopo la Prima guerra mondiale e quello dopo la crisi

L’eccesso di rigore con i vinti dopo la Prima guerra mondiale e quello dopo la crisi

di Camillo Venesio
Settembre 2019 - n. 9
Keywords: Crisi finanziaria,regolamentazione, politica economica
Jel codes: G21, G28

Dopo le gravi crisi finanziarie del 2007-2017, che hanno rischiato di travolgere le principali economie mondiali, i regolatori hanno prodotto un vero e proprio «tsunami regolamentare » che, volto a rendere più rigorosa e controllata l’erogazione di credito all’economia, sta avendo però ripercussioni negative sul credito alle imprese più deboli. Una situazione che potrebbe ricordare, sia pure con enormi differenze, quella della «pace cartaginese» imposta dalla Conferenza di Parigi del 1919 che regolò, dopo la Prima guerra mondiale, le situazioni di tutti i paesi belligeranti, vincitori e vinti, e in particolare le riparazioni ai danni di guerra causati dalla Germania. È auspicabile che i legislatori arrivino a delineare una situazione più equilibrata che tenga conto delle specificità delle diverse economie europee.

 

Acquista il fascicolo