Mensile dell'
Associazione
Bancaria
Italiana


anno 73
 

Editorial Policy

Editorial Policy

1. Scopi e obiettivi generali

Bancaria è la rivista dell'Associazione Bancaria Italiana, pubblicata da Bancaria Editrice. Nata nel 1921 e rifondata nel 1945, da oltre 90 anni contribuisce alla conoscenza e all'approfondimento delle dinamiche del sistema bancario e finanziario nazionale e internazionale, secondo una politica editoriale definita dall'Associazione e ispirata a criteri di qualità e innovazione.
Bancaria si propone di coniugare le esigenze di ricerca e divulgazione scientifica con quelle di informazione e aggiornamento professionale, ospitando articoli di diverse tipologie:
  • 1.1 studi e contributi destinati a diffondere i risultati di ricerche svolte in ambito accademico e nella comunità degli studiosi e caratterizzate da contenuti originali, innovativi e rilevanti;
  • 1.2 presentazione di esperienze significative e casi di eccellenza in ambito bancario, finanziario e imprenditoriale, nonché interventi sulle problematiche di attualità dello scenario regolamentare nazionale e internazionale.

2. Aree tematiche

Le tematiche affrontate e dibattute su Bancaria riguardano:
  • 2.1 Banking and Finance: struttura ed efficienza dell'industria finanziaria, strategie degli intermediari finanziari, credito, rapporti banca-impresa, sistemi di pagamento, finanza, gestione del risparmio, innovazione finanziaria, temi assicurativi e previdenziali, corporate governance e responsabilità sociale d'impresa, risk management, marketing, organizzazione e risorse umane negli intermediari finanziari;
  • 2.2 altre Aree disciplinari quali la politica economica, il diritto e la fiscalità, la storia dell'economia e del pensiero economico.
Bancaria pubblica relazioni e ricerche presentate a convegni su temi bancari e finanziari e, due volte l'anno, i risultati semestrali delle maggiori banche italiane. La rivista prevede call for papers su temi di particolare rilevanza e attualità.

3. Comitato Scientifico e Advisory Board

Bancaria si avvale di un Comitato Scientifico composto da esponenti del mondo bancario in rappresentanza dell'Associazione Bancaria Italiana, e di un Advisory Board composto da economisti e giuristi italiani e stranieri di grande prestigio ed esperienza, con funzioni di indirizzo e supervisione della linea editoriale della rivista.

4. Editorial Board

Bancaria si avvale di un Editorial Board composto da professori universitari di materie economiche e giuridiche, dal Direttore della rivista e dal Direttore Strategie e Mercati Finanziari dell'ABI. L'Editorial Board è responsabile della politica editoriale della rivista e supervede la valutazione di merito degli articoli proposti per la pubblicazione nella sezione Forum effettuata dai referee.
Il Direttore della rivista è responsabile della politica editoriale, coordina l'Editorial Board, verifica l'andamento del processo di referaggio, riferisce periodicamente al Comitato Scientifico e all'Advisory Board.

5. Sezione Forum e processo di referaggio

Coerentemente con gli obiettivi sopra enunciati, a partire dall'autunno 2008 Bancaria, raccogliendo una proposta dell'Associazione dei Docenti di Economia degli Intermediari e dei Mercati Finanziari, ha avviato una sezione speciale, denominata Forum, per la pubblicazione di studi e ricerche sull'attività bancaria, finanziaria e assicurativa, con caratteristiche e argomenti indicati nei punti 1.1 e 2.1.
 
Nel Forum sono pubblicati contributi di studiosi italiani e stranieri, selezionati sulla base dei criteri condivisi dalla comunità scientifica internazionale.
La Direzione della rivista effettua un'analisi preliminare per valutare la coerenza dei contributi sottoposti rispetto ai criteri previsti dall'Editorial Policy e dalle norme redazionali pubblicate sul sito. Gli articoli vengono poi sottoposti ad una procedura sistematica di valutazione e accettazione nota come «double-blind peer review» la quale prevede che:

  • gli articoli sottoposti per la sezione Forum sono valutati da due referee, scelti dall'Editorial Board tra pari esperti dell'argomento, ciascuno dei quali effettua la valutazione in modo anonimo; 
  • i referee valutano gli articoli sulla base dei seguenti criteri: 
    • fornire un contributo significativo al miglioramento della conoscenza in campo bancario, finanziario e assicurativo su tematiche rilevanti e di attualità; 
    • proporre argomentazioni innovative; 
    • essere fondati su un adeguato impianto metodologico; 
    • combinare l'analisi teorica con un adeguato supporto empirico; 
    • presentare le argomentazioni in forma piana, ma rigorosa, e fruibile anche da parte di lettori non specialisti; 
    • fornire un contributo alle pratiche operative.

i contributi presentati durante convegni di elevato standing selezionati dalla rivista, caratterizzati da un rigoroso processo di selezione e da una discussione di alto profilo, possono beneficiare di una Fast-track. La Fast-track prevede sempre una double-blind peer review, che rappresenta il tratto distintivo di qualità della sezione Forum, ma i tempi di referaggio sono ridotti a non più di 30 giorni.

6. Accreditamenti

Con l'avvio della sezione Forum, l'adozione del sistema di doppio referaggio anonimo riconosciuto a livello internazionale e la rispondenza a una serie di requisiti stabiliti dall'AIDEA, dal 18 giugno 2009 Bancaria è ufficialmente inserita tra le riviste scientifiche italiane accreditate dall'Accademia italiana di economia aziendale, prima rivista bancaria e finanziaria ad ottenere questo importante riconoscimento. L'iniziativa dell'AIDEA permette di identificare le riviste che già sono in grado di soddisfare standard editoriali di qualità, condivisi anche a livello internazionale, sulla base di 15 requisiti richiesti per l'accreditamento. La finalità del processo è quella di salvaguardare il ruolo delle riviste italiane nella diffusione della produzione scientifica ed evitare che i nostri migliori studiosi scelgano di indirizzare i loro contributi esclusivamente a riviste internazionali

Inoltre Bancaria, al fine di dare maggiore risalto e visibilità internazionale ai propri contenuti ed autori, ha aderito con pagine dedicate contenenti gli abstract e/o i testi integrali degli articoli pubblicati ai maggiori circuiti di diffusione della ricerca scientifica: EconLit (The American Economic Association's electronic bibliography), SSRN (Social Science Research Network), IDEAS-RePEcUlrich e Cabell Publishing.