Mensile dell'
Associazione
Bancaria
Italiana


anno 73
 

Archivio sommari » Bancaria - Settembre 2014 » Buone notizie, cattive notizie: come misurare la reputazione delle banche utilizzando Twitter

Buone notizie, cattive notizie: come misurare la reputazione delle banche utilizzando Twitter

di Vincenzo Farina, Giampaolo Gabbi, Daniele Previati
Settembre 2014 - n. 9
Keywords: Social media, mercati finanziari, rischio reputazionale, Twitter
Jel codes: G02, G21

Il quesito posto sul rapporto tra risparmi e investimenti, indagato annualmente su dati della Relazione annuale sull’anno 2013 della Banca d’Italia, è tendenzialmente privo di risposta univoca perché la relazione tra le due macro grandezze opera in entrambe le direzioni: l’aumento del risparmio può essere sia causa che effetto di una bassa crescita e si può solo tentare di individuare se una delle due forze in azione, quella depressiva e quella espansiva, prevale sull’altra e quali siano i motivi. Serve un piano di riforme per rilanciare gli investimenti e proteggere il risparmio.

Acquista il fascicolo