Mensile dell'
Associazione
Bancaria
Italiana


anno 73
 

Archivio sommari » Bancaria - dicembre 2012

Bancaria - dicembre 2012

Alla luce della recente crisi finanziaria, ha ripreso forza il modello della banca di credito e di deposito, in quanto infrastruttura finanziaria insostituibile nell’economia reale, sia pure nell’ottica di una ridefinizione regolamentare ad hoc
Le soluzioni che le banche italiane possono adottare per fronteggiare le difficoltà strutturali del momento vanno da una drastica riduzione della struttura dei costi a un ripensamento del modello di business...
Oltre alle priorità imposte dalla congiuntura (rafforzamento del capitale, presidio della liquidità, bilanciamento di attivi e passivi), il management delle banche italiane deve valutare alcune linee strategiche...
In Europa, l’unione bancaria mira a creare un meccanismo unico di supervisione in grado di prevenire le crisi bancarie e, laddove si verifichi la crisi di una banca...
La bancabilità del project financing, ostacolata dal credit crunch, è un imprescindibile snodo per rilanciare gli investimenti infrastrutturali anticiclici
Pur ancora giovane, il credit rating ha introdotto importanti novità nel processo di credito contribuendo a ridisegnare la struttura organizzativa della banca...
L’Agenzia delle Entrate ha chiarito diversi aspetti dell’ imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero (Ivafe), introdotta nell’ordinamento italiano a decorrere dal periodo d’imposta 2011
 

L'articolo di oggi è...

assets/Uploads/_resampled/SetWidth135-sfogliacopertine.jpg
di Paolo Mottura - La banca di credito e di deposito. La stabilità monetaria e le ragioni di una regolamentazione «speciale»