Mensile dell'
Associazione
Bancaria
Italiana


anno 73
 

Archivio sommari » Bancaria - Luglio - Agosto 2019 » Bancabilità degli investimenti tecnologici in sanità: interesse pubblico e finanza privata

Bancabilità degli investimenti tecnologici in sanità: interesse pubblico e finanza privata

di Roberto Moro Visconti, Laura Martiniello
Luglio-Agosto 2019 - n. 7-8
Keywords: Banca, tecnologia, investimenti, Risk management, sanità
Jel codes: G21, G28, O33, I11

L’innovazione tecnologica in ambito sanitario sta trasformando i processi di cura e modificando il perimetro d’investimento delle infrastrutture sanitarie che intendono puntare a una sanità di maggiore qualità e più sostenibile. I modelli di business diventano più complessi e interdipendenti, con nuove leve di creazione di valore che devono essere interpretate, come la capacità di generare flussi di cassa (cash is king), anche a servizio del debito. Occorre verificare la bancabilità degli investimenti tecnologici in sanità cercando di combinare le esigenze degli investitori pubblici e privati con quelle degli istituti finanziatori, nell’ambito di nuove operazioni di Partenariato Pubblico Privato. Per la banca, a fronte di maggiori rischi operativi e tecnologici, servono nuovi processi di Risk management, nella prospettiva di rendimenti superiori legati al Result- based Financing, da valutare ai fini della bancabilità. 

Acquista il fascicolo